Avatar Goethe

1. DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Descrizione del progetto

L’avatar di Goethe è stato pensato per invitare lo spettatore a compiere un’esperienza immersiva all’interno della VR room per disquisire sulla cronaca e i fati dell’Italia dell’epoca

Spinto dalla necessità di ritrovare ispirazione per la sua creatività e da un’inesauribile curiositas, Goethe desidera ammirare le rovine classiche dell’epoca greco-romana. Il suo resoconto, Viaggio in Italia (1813-1817), è una delle opere più complete sullo spirito e l’esperienza del Grand Tour, un viaggio per immergersi nella cultura europea e, in particolar modo, quella italiana, che molti giovani aristocratici intraprendevano per saziare la propria sete di cultura.

2. PERSONAGGI

Personaggi

Il viaggio di Goethe in Italia durò quasi due anni, dal 3 settembre 1786 al 18 giugno 1788, una sorta di fuga. Il lavoro di Ministro a Weimar stava soffocando la sua creatività e la necessità di cambiare pelle era forte. L’Italia era sempre stata il suo sogno, la classicità della Magna Grecia e dei Romani in particolar modo gli avrebbe consentito, forse, di poter rinascere come artista. Preparò questa fuga di nascosto senza che alcuno sapesse quando sarebbe partito e per quale destinazione. Inizialmente decise di viaggiare sotto falso nome per non essere riconosciuto e godere dell’Italia senza dover rendere conto a nessuno. Per molto tempo nessuno ebbe sue notizie, neppure la madre o gli amici più stretti. La maggior parte del suo viaggio venne trascorsa a Roma. Il primo soggiorno durò quattro mesi, il secondo quasi dieci: molto più di un viaggio in Italia. Più si fermava, più trovava la pace e iniziava a interessarsi anche della vita quotidiana del Paese. Goethe uomo e Goethe poeta cambiò, mutò, maturò. Colui il quale aveva scritto innumerevoli poesie d’amore e romanzi pieni di passione, solo qui, in Italia, a 37 anni, scoprì l’amore, quello fisico, sensuale.

3. TECNOLOGIE UTILIZZATE

Tecnologie utilizzate

Considerato l’alto livello di interazione richiesto, l’esperienza prevede l’utilizzo della VROOM, una stanza dotata di una postazione VR che permette anche uno spazio minimo all’utente per camminare e orientarsi. In questo caso, il fruitore si trova immerso nello studio dello scrittore Johann Wolfgang von Goethe. L’apparato hardware utilizzato per l’erogazione del contenuto di realtà virtuale è un visore di tipo avanzato: HTC VIVE.

4. DESCRIZIONE DELL'ESPERIENZA

Descrizione dell'esperienza

L’avatar di Goethe accoglie lo spettatore nel suo studio, intendo a dare ordine ai suoi taccuini di viaggio. La stanza è decorata da quadri e presenta una finestra, al di fuori della quale muta la scena e la circostanza a seconda delle rievocazioni personali dello scrittore. 

 
5. TARGET

Target

Il target è rappresentato dai visitatori e dai turisti che approfondiscono l’esperienza di visita presso Piazza Armerina unendo un elemento digitale all’approfondimento delle proprie conoscenze in modo immersivo e coinvolgente.

6. DISPONIBILITÀ

Disponibilità

L’avatar di Goethe è stato presentato come un progetto destinato ad un evento specifico. Per tale motivo, attualmente, non gode di reperibilità sul mercato.

7. PERCORSO DI VISITA

Percorso di visita

L’esperienza di Goethe si sviluppa in una stanza virtuale, che ricostruisce uno studio dell’intellettuale tedesco. Lo spazio reale necessario per sostenere l’esperienza virtuale dell’utente è la VROOM progettata da ETT, che consente allo spettatore di muoversi e orientarsi durante l’esperienza immersiva.