Cenacolo Vinciano

1. DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Descrizione del progetto

L’app “Cenacolo Vinciano” è la guida ufficiale dell’Ultima Cena, uno strumento unico per scoprire, ovunque ci si trovi nel mondo, contenuti originali e vicende inedite in merito alla storia, al restauro e alla conservazione del capolavoro di Leonardo.

2. PERSONAGGI

Personaggi

In questa applicazione non c’è nessun avatar di supporto alla narrazione, l’intera struttura è progettata per concentrarsi e focalizzarsi sull’esperienza multimediale e sull’affresco leonardiano.

3. TECNOLOGIE UTILIZZATE

Tecnologie utilizzate

Applicazione per smartphone con implementazione di contenuti VR e 360° dei vari luoghi e storie, oltre all’utilizzo di realtà  aumentata durante la visita dell’opera.

4. DESCRIZIONE DELL'ESPERIENZA

Descrizione dell'esperienza

L’applicazione è strutturata in più sezioni, è pensata per essere fruita da pubblici diversi in 3 momenti diversi (prima, durante e dopo la visita) ed è arricchita dal supporto narrativo di tecnologie all’avanguardia come la realtà aumentata e la realtà virtuale:

PRIMA

Per prepararsi al meglio all’incontro con la famosa opera leonardesca, c’è la sezione “Storie”, un formato contemporaneo per l’esposizione dello straordinario contenuto curatoriale della guida MIBACT al Cenacolo Vinciano. 13 storie fatte di testi, immagini e contenuti 360° accompagnano alla scoperta del mondo dell’Ultima Cena: da Milano al tempo di Leonardo e degli Sforza fino alla Santa Maria delle Grazie del XV Secolo, le copie e derivazioni della Cena, la sua iconografia, tecnica esecutiva e vicende conservative fino alle prime idee di allestimento del Museo. I contenuti VR raccolti in questa sezione sono rappresentati da fotografie a 360° di diversi luoghi delle Storie. In questa sezione, con Scoprisegno e Scoprirestauro, diventa inoltre possibile una prima interazione con il Cenacolo: scorrendo con le dita i dettagli dell’opera si possono scoprire i disegni preparatori di Leonardo e confrontare le varie operazioni di restauro.

DURANTE

L’app accompagna all’interno del Museo del Cenacolo Vinciano in un percorso di visita esclusivo, dove il segreto dell’opera leonardesca è svelato attraverso la narrazione storico-artistica e innovative esperienze in realtà aumentata. 

I contenuti del percorso di visita museale si sbloccano in automatico solo all’interno del Museo grazie all’ausilio di ripetitori Bluetooth a bassa frequenza, affinché i visitatori possano scoprire i vari contenuti aggiuntivi e fruirne nel loro contesto originale.

“Al Cenacolo Vinciano”, questo il nome del percorso fisico, è arricchito da esperienze in AR, brevi e non invasive, ma forti dell’immediatezza e dell’universalità che solo le immagini hanno. I POI presi in considerazione sono 7, a cui si aggiungono i 6 POI della variante del percorso, Famiglia e bambini, con giochi e interazioni ludiche.

Le 7 parti affrontano ciascuna un tema diverso, dalle origini dell’opera fino alla sua conservazione.

A supporto della narrazione del Cenacolo Vinciano, i visitatori potranno fruire di tre esperienze in Realtà Aumentata: le prime due, a cui si accede automaticamente dopo aver ascoltato il POI – Punto di interesse dal titolo “Una potente macchina teatrale” portano all’attenzione i dettagli prospettici dell’opera e le figure degli apostoli. Una terza esperienza è dedicata invece alla Crocifissione di Donato Montorfano. I visitatori potranno muoversi liberamente per tutto il Refettorio, avvicinarsi per osservare meglio i dettagli o allontanarsi per avere davanti agli occhi il Cenacolo nella sua interezza. Basterà tenere lo smartphone puntato verso quest’ultimo e la Realtà Aumentata li accompagnerà in ogni movimento.

  • Con un po’ di storia e Scopriamo il Cenacolo i bambini si sentiranno raccontare la storia dell’Ultima Cena da Leonardo da Vinci in persona.
  • Con Colorami dovranno osservare attentamente l’opera per poi colorarne le parti mancanti sullo smartphone. 
  • Con Indovina Chi, messi davanti a dettagli del Cenacolo e della Crocefissione, dovranno indovinare se l’autore di quel dettaglio è Leonardo o Donato Montorfano. 

Nella bottega dell’artista potranno esprimersi liberamente disegnando e colorando con gli stessi colori utilizzati da Leonardo e nella sezione Puzzle potranno divertirsi a ricostruire altre quattro opere dell’artista: l’Annunciazione, il Battesimo di Cristo, la Vergine delle Rocce e la Gioconda. 

DOPO

Nell’app è inoltre presente la sezione “Itinerari Leonardeschi”, per muoversi in autonomia nella Milano di Leonardo. L’itinerario si svolge per le vie della città, attraverso un percorso suggestivo alla ricerca dei luoghi legati alle grandi opere da lui realizzate. Una mappa interattiva mostra 15 punti di interesse che l’utente può selezionare: per ciascuno, oltre che a uno storytelling completo di testi e immagini, è presente un link per collegarsi alla relativa pagina istituzionale.

5. TARGET

Target

IIl target sono i visitatori ed i turisti interessati di Piazza Armerina, che possono utilizzare il percorso di visita digitale per approfondire l’esperienza della visita.

6. DISPONIBILITA'

Disponibilità

  L’applicazione è scaricabile gratuitamente dagli store Android e IoS

7. PERCORSO DI VISITA

Percorso di visita

Come segnalato nella descrizione dell’esperienza l’applicazione è utilizzabile in tre momenti differenti, prima, durante e dopo il percorso di visita. Durante il percorso di visita (composto di una sola stanza con l’opera di Leonardo, per una permanenza di 15 min a gruppo di visita) l’applicazione fornisce alcuni supporti multimediali allo spettatore per comprendere più approfonditamente l’opera. Oltre al supporto pre, durante, post mostra, l’applicazione suggerisce un complesso di itinerari leonardeschi, situati nella città meneghina,  a cui si aggiunge una mostra permanente presso Mora Bassa, Vigevano (PV).

SCARICA L'APP

La nuova App accompagna i visitatori all’ interno del museo in un percorso di visita esclusivo, dove il segreto del Cenacolo è svelato attraverso la narrazione storico artistica e innovative esperienze in realtà aumentata. Il percorso sblocca in automatico i contenuti di videoguida per la visita di 15 minuti quando, acquistato il biglietto e attivato il Bluetooth, i visitatori accedono al Museo o nell’area Biglietteria. Diventa così possibile scoprire l’Arte di Leonardo nel suo contesto originale.