Casanova Museum

1. DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Descrizione del progetto

1. L’app realizzata per il Museo Casanova Museum & Experience ha lo scopo di di raccontare la storia e le diverse “anime” di Giacomo Casanova tramite il coinvolgimento esperienziale ed emozionale del visitatore che diventa protagonista della Venezia del ‘700.

Casanova nacque a Venezia il 2 aprile 1725. Fu scrittore, avventuriero e filosofo, avvocato, storiografo, poeta, ecclesiastico, soldato, agente segreto e, non da ultimo, grande amante e seduttore. Audace e dissoluto, affamato di cultura, cercava il piacere, gioiosamente e realisticamente, senza complicazioni sentimentali. Dotato di un’intelligenza non comune, Giacomo visse la sua giovinezza ingordamente, leggendo e assimilando quanto gli capitava tra le mani, iniziando le sue esperienze amorose e di viaggio fin in giovane età.

2. PERSONAGGI

Personaggi

2. Ad accompagnarci in prima persona virtuale in questo viaggio è Casanova stesso, che ci porta con lui negli ambienti dell’alta società settecentesca, dialogando di filosofia con Voltaire, di intrighi politici con Madame de Pompadour o ascoltando un’opera di Mozart.  È con il cinema che il mito di Casanova diventa largamente popolare. Tantissime le pellicole che hanno raccontato la sua vita e gli eventi storici della sua epoca. Un ambiente circoscritto che, attraverso una doppia video-proiezione e un sistema di quinte, alterna immagini a foto dei film, offrendo al visitatore una panoramica della vasta produzione cinematografica sul Casanova.

 

3. TECNOLOGIE UTILIZZATE

Tecnologie utilizzate

3. Casanova Museum permette di vivere sia un percorso di visita tradizionale con il supporto di un’applicazione per mobile, sia un’esperienza immersiva con il supporto di un visore Samsung Gear VR.

4. DESCRIZIONE DELLì'ESPERIENZA

Descrizione dell'esperienza

4. A Venezia, il Casanova Museum propone un’esperienza di realtà virtuale in soggettiva: la città, inserita nel Grand Tour d’Italia come meta d’eccellenza, costituisce una delle tappe più frequentate da turisti e non che possono effettuare un vero e proprio viaggio nel tempo alla scoperta di uno dei suoi personaggi più noti. I visori presenti in una apposita sala del museo permettono ai visitatori di sentirsi Casanova nell’atmosfera della Venezia del XVIII secolo: la perfetta riuscita di ogni scena è garantita da location reali e attori dal vero.

Il visitatore vive in prima persona le avventure di Casanova a partire da uno storytelling che si racconta e si esplica nelle 6 sale tematiche del museo. Grazie a soluzioni indoor innovative, le modalità di interazione variano in base alle soluzioni tecnologiche adottate.

5. TARGET

Target

Il target sono i visitatori ed i turisti interessati di Piazza Armerina, che possono utilizzare il percorso di visita digitale per approfondire l’esperienza della visita.

6. DISPONIBILITA'

Disponibilità

L’applicazione è scaricabile gratuitamente dagli store Android e IoS

7. PERCORSO DI VISITA

Percorso di visita

7. L’applicazione non funge solo da guida per l’esperienza di Casanova, ma porta l’utente a cercare in tutta Venezia i posti che hanno segnato la vita del dissoluto Giacomo, conducendo l’utente in un percorso alla scoperta di calli e campielli nascosti, corti e palazzi storici, nei luoghi reali che sono stati teatro delle sue avventure, fornendo anche contatti e informazioni, per un totale di 18 luoghi presenti nel centro storico di Venezia, che culmina con Palazzo Papafava, sede della Casa Museo.

All’interno della Casa Museo è possibile visitare 6 sale tematiche:   

sala n. 1 la nascita, la famiglia e giovinezza

All’interno della prima sala ad accogliere il visitatore è un’installazione caleidoscopica, immersiva e coinvolgente. Specchiandosi, egli potrà vedere molteplici versioni di se stesso che rimandano alla poliedricità della figura di Casanova e alla complessità di ciascuno di noi. La videoproiezione e le immagini nel corridoio (realizzato in tessuto retroilluminato graficamente impostato con testi), che illustrano vedute di luoghi, lettere e ritratti, raccontano la nascita e l’emergere del talento di Casanova. Passando alla seconda sala il visitatore viene rapito dal “dipinto magico”, una proiezione animata de “Il Canal Grande verso Rialto” del Canaletto.

sala n. 2 i viaggi, la società, l’europa      

Casanova è uno tra i viaggiatori più celebri ad attraversare i confini del vecchio continente nella metà del ‘700. La sua autobiografia ci consente ricostruirne i viaggi, le avventure e gli innumerevoli incontri avuti in altrettanti spostamenti. Storia della mia vita illustra non solo i costumi dell’Europa dell’epoca, ma anche i più intimi segreti di Casanova.

La fama di letterato poliglotta e avventuriero gli consentiva di entrare nei circoli più esclusivi e di intrattenere relazioni nei salotti più prestigiosi. Brillante oratore, dall’enciclopedica cultura, Casanova testimonia un momento di svolta della cultura e della civiltà occidentale, anche grazie ai ritratti fedeli degli illustri personaggi del suo tempo che ci regalò.

I viaggi e la vita di Casanova vengono raccontati attraverso una proiezione a parete e un set di quinte semitrasparenti con grafiche ispirate al teatro settecentesco che, complice un’illuminazione controllata, evocano alcuni dei luoghi – Londra, Madrid, Roma, Mosca, Parigi, Vienna – toccati dal Casanova durante la sua incredibile vita.

sala 3. ritorno a Venezia, il carcere, la fuga

Questa sala parla dell’arresto di Casanova, che, rientrato a Venezia, nel 1755 viene arrestato e rinchiuso nei Piombi, le carceri veneziane. Come d’uso all’epoca, non gli venne notificato il capo d’accusa, né la durata della detenzione. Sui motivi reali dell’arresto, si suppone che fosse accusato di “libertinaggio” con donne sposate, spregio della religione, circonvenzione di patrizi, ovvero comportamenti pericolosi per il buon nome e la stabilità del regime aristocratico. Di fatto, Casanova conduceva una vita disordinata, come tanti rampolli delle casate illustri beveva, barava al gioco ed esprimeva idee abbastanza personali in materia di religione e politica.

Questa è la sala dedicata all’esperienza di realtà virtuale con 20 postazioni VR dove il visitatore può vivere in prima persona le avventure del Casanova. Grazie a un video girato a 360° in soggettiva ripercorriamo le tappe salienti di quel periodo: dal ritorno a Venezia al rapporto con Zuane Matteo Bragadin, dai fasti dei salotti all’arresto e fino alla fuga e all’arruolamento al soldo della Repubblica. 

sala 4. scrittore e letterato

Oltre che libertino e seduttore, fu anche scrittore raffinato. La sua produzione romanzesca e poetica fu spesso d’occasione, cioè spesso al fine di ottenere beneficio. Altre opere, invece, risultano essere trattati ironici, scritti satirici che avrebbero invece dovuto sancire il successo letterario vero e proprio dell’autore, ma purtroppo così non fu.

Nel passaggio a questa sala ci si trova immersi nella Venezia settecentesca del divertimento e del gioco, importante aspetto della vita di Casanova, complice la videoproiezione animata del dipinto di Pietro Longhi  “Il ridotto di Venezia” che raffigura i costumi cosmopoliti e frivoli della Serenissima. Una sala fa rivivere le atmosfere e le suggestioni letterarie del Casanova autore scientifico, biografico e fine romanziere, anche grazie alla videoproiezione a parete interattiva “l’installazione dei fogli” che svela il lato meno conosciuto di scrittore à la page e di gusto moderno.

sala 5. il cinema

È con il cinema che il mito di Casanova diventa largamente popolare. Tantissime le pellicole che hanno raccontato la sua vita e gli eventi storici della sua epoca. Un ambiente circoscritto che, attraverso una doppia video-proiezione e un sistema di quinte, alterna immagini a foto dei film, offrendo al visitatore una panoramica della vasta produzione cinematografica sul Casanova.

sala 6. la stanza del letto e della moda

L’ultima stanza della visita è dedicata al Casanova, fine conoscitore dell’animo femminile, che riproduce fedelmente un’alcova del Settecento per far vivere le suggestioni amorose del famoso avventuriero, grazie a un sistema di videoproiezioni e un gioco di luci e ombre. In contemporanea, il visitatore scoprirà il mondo della moda dell’epoca con le sue rivoluzioni e novità grazie alla presenza di abiti ed elementi originali, teli graficati con riproduzioni e uno specchio interattivo. Qui si conclude la visita ad alto impatto emotivo: il saluto di Giacomo Casanova stesso, reso possibile grazie alla tecnica dell’ologramma.  

8. ALTRO

Altro

Tramite un link l’applicazione permette di accedere direttamente al sito per l’acquisto dei biglietti. 

SCARICA L'APP

Attraverso l’applicazione di Casanova Museum sarà possibile immergersi nella visita dedicata alla vita dell’avventuroso veneziano, con l’ausilio di audioguide e servizi per l’utente, tra cui informazioni su orari di apertura del Museo e contatti. L’applicazione permette la visita dei due piani esposti sia in lingua italiana che in lingua inglese.